Deprecated: wpseo_opengraph is deprecated since version 14.0! Use wpseo_frontend_presenters instead. in /var/www/clients/client89/web600/web/wp-includes/functions.php on line 5698

Film italiani per il XIX Millennium Docs Against Gravity Film Festival

Il Millennium Docs Against Gravity Film Festival è il più grande festival di documentari in Polonia. Per la diciannovesima volta vi invitiamo a un viaggio intorno al mondo e all’interno di noi stessi, che si svolgerà dal 13 al 22 maggio, presso il Centro Cinematografico della Bassa Slesia DCF, dove assisteremo all’anteprima in Polonia delle ultime realizzazioni del cinema documentario di tutto il mondo.

Lo slogan del festival di quest’anno, “Rethink Everything”, è tratto dal film “Reinventing the World”, diretto da Richard Dale, Nigel Walk. È un invito a ripensare la nostra visione del mondo di fronte alle decisioni imposte in seguito alla pandemia e alle conseguenze della guerra russo-ucraina. Tra gli oltre 70 film del programma del festival, dodici sono stati selezionati per concorrere al Gran Premio della Bassa Slesia. Vi invitiamo a esplorare il programma dell’edizione di Wrocław del festival su mdag.pl. Oltre al fantastico cinema di non-fiction, troverete incontri con ospiti invitati, registi uomini e donne, laboratori, eventi musicali nel club Tender is the Night e dibattiti!

Tra il ricco programma ci sono quattro film italiani consigliati dalla Società Dante Alighieri:

The cultural space of the European Middle Ages: comparing Romance and Germanic literatures

Advanced five-day course at the University of Genoa Dipartimento di Lingue e Culture Moderne

The course combines theory with practical application and includes a well-designed approach to monitoring and assessment with clear feedback to participants. It aims at triggering reflection and at disclosing new perspectives to each participant. It will be engaging and interactive, facilitating sharing and productive dialogue between participants. The contents of the course draw on the most recent research and practice in the field. Online learning activities will be carried out with an appropriate learning management system in order to blend both synchronous and asynchronous learning.

The venue of the course will be suitable to the number of participants involved, it will comply with relevant health and safety standards, and will be accessible to persons with disabilities. Course providers will offer their services in an inclusive way, without any type of discrimination. Particular attention will be paid to allow equal access to participants with special educational needs. Participants will have the opportunity to provide an assessment of the course and feedback about their experience. This feedback should be used to improve the future sessions. The course provider will also offer the possibility of complaints. Submitted complaints will be addressed in a timely, efficient, fair, and constructive manner.

Certification of learning outcomes will be provided to the participants. The certificate will include the name of the participant, a short description of the course and its learning outcomes, its dates and venue(s), the name of the course provider and the course instructors.

Minimum number of participants for course activation: 4
Course duration: five days, five hours per day. Languages: English and Italian Inscription fee: 400 €

Participation in the course (except for those belonging to Italian institutions) can be financed with funds from the European Commission through the Erasmus+ Key Action 1: Learning Mobility of Individuals.

In case of changes in fees, content, dates, location or schedule of the activities, participants will be offered the possibility to cancel their participation at no extra costs and with a reasonable advance notice. Cancelation of the participation and reimbursement in case of events outside of participant’s and course provider’s control (such as natural disasters or serious transport disruptions) must be included in the terms and conditions of the course.

Course providers:
Sonia Maura Barillari (professor of Romance Philology at the University of Genoa) Chiara Benati (professor of Germanic Philology at the University of Genoa) Claudia Händl (professor of Germanic Philology at the University of Genoa)

For information and registration: maurasonia.barillari@unige.it

Course programme Monday 17 October 2022

Germanic literatures: Medieval German Heroic Epic

This module deals with medieval heroic epic in the German language area. The texts of this genre are rich in themes and motifs, and diverse in emphases, while at the same time retaining a number of archetypal elements. Particular attention will be paid to the Nibelung tradition and the Dietrich epics which draw their origins in remote events related to the Germanic Migration Period.

Germanic literatures: Medieval German Courtly Romance

This module focuses on the emergence of medieval verse romances in the German language area. On the basis of a series of significant examples from the works of Hartmann con Aue, Wolfram von Eschenbach and Gottfried von Straßburg, the features of this genre, its relationship to the Romanic sources and its relationship with other medieval German literary genres will be taken into consideration.

Tuesday 18 October 2022

Germanic literatures: Medieval German Lyric (1150-1300)

This module deals with the main aspects of the medieval German Lyric tradition from its beginnings in the mid twelfth century to the early years of the fourteenth century, a distinct period delimited by the main manuscript collections which embrace poems on the theme of love as well as those on didactic, political, and religious subjects. Particular attention will be paid to the nature of the manuscript transmission, to the manuscript illustrations and to the relationship to Old Provençal and Old French lyric.

Germanic literatures: The reception of courtly romance and heroic epic in Scandinavia (sagas and ballads)
The aim of this module is to show how some of the most popular themes and characters of both courtly romance ad heroic epic (e.g. Yvain, Percival, Charlemagne and the Paladins) are transformed and adapted to two of the most characteristic genres of medieval and post-medieval Scandinavian literature: the saga and the ballad.

Wednesday 19 October 2022

Romance literatures: Romance literatures and popular culture

This module analyses the relationship between popular culture, often rife with pre-Christian heritage, and ‘high’ culture. The effects of this dialogical and osmotic relationship can only be understood through the analysis of the literary texts that preserve more or less explicit traces of myths, beliefs, legends, and traditions which lived exclusively in orality.

Romance literatures: Romance literatures and popular culture – Narratio brevis. Case study: barbeoire and papeoire
This module proposes the analysis of two adiaphorous variants of a fabliau by Jean Bodel, Le vilain de Farbu. The aim is to study in depth, on the basis of historical semantics, the relationships existing between the mask (understood as an artefact), the names attributed to it and its uses in war, magic and ritual contexts.

Thursday 20 October 2022

Romance literatures: The text/image relationship

This module deals with the problems connected to the multiple relationships possibly existing between text and image and to the relations established between two language codes, which are distinct (in one case predominantly discursive, in the other predominantly iconic) but, from a semiotic point of view, not too different. The different forms of relationship in praesentia (coexistence of text and images) and in absentia (images that refer to a pre-text) will be investigated.

Romance literatures: The text/image relationship – Epic poem. Case study: Cruet’s pictorial cycle
This module analyses the transposition of an epic poem into images. The pictorial cycle of the Château de Verdon-Dessous near Cruet, the residence of the Lords of Verdon (early 14th century) and its relationship with its source: the Girart de Vienne by Bertrand de Bar-sur-Aube, composed between 1190 and 1224, will be analyzed.

Romance literatures: The text/image relationship – Romance. Case study: the Siedlęcin painting cycle
This module analyses the transposition of a novel into images. The painting cycle of the residential tower of Siedlęcin on the Bóbr (Silesia), possibly built by Henry I, Duke of Jawor, around 1313-1314, and its relationship with Lancelot en prose (first half of the 13th century) will be analyzed.

Friday 21 October 2022

Romance literatures: The Mediterranean Space

This module explores the role of the Mediterranean as a privileged point of contact of cultures and traditions: on its shores and along its routes, stories of different origins and nature meet, have a dialectic relationship, mix and hybridize, becoming the lifeblood of the future ‘European’ literatures.

Romance literatures: The Mediterranean Space. Case study: the Legenda mirabilis
This module is devoted to an apocryphal Life of St Anthony Abbot of which Alfonsus Bonihominis translated six excerpta from Arabic into Latin in 1342. The second one, «S. Antonii iter barcinonense» is particularly interesting, since it exposes in explicit terms the dynamics of narrative reworking of the links which continued to exist between the two shores of the Mediterranean.

Medievalia Shakespeariana 5 – Richard III

Conference programme

May, 4 – 14.30

  • Maura Sonia Barillari (Università di Genova) – L’ombra del diavolo: il paradigma demoniaco e il corpo del re
  • Martina Di Febo (Università di Macerata) – Seneca in Purgatorio: gli spettri nel Riccardo III
  • Elena Muzzolon (Università di Padova) – Riccardo III e il mito del guerriero empio
  • Federico Guariglia (Università di Verona – Università di Genova) – David Garrick: vita e imprese di un Riccardo III 
  • Paolo Aldo Rossi (Università di Genova) – I sogni reali e il soprannaturale in Riccardo III
  • Brutti e cattivi. Piccola antologia di haters teatrali a cura de il Falcone – Teatro Universitario di Genova

May, 5 – 9.00

  • Roberto Cuppone (Università di Genova) – La crudeltà, che spettacolo!
  • Maria Dolores Pesce (dramma.it) – Riccardo III: il coro delle regine
  • Fabio Contu (Universidad de Sevilla) – Un americano alla corte di Riccardo III
  • Gianluca Olcese (Uniwersytet Wrocławski) – Riccardo III: povero re, e povero anche il cavallo
  • Oscar Meo (Università di Genova) – Interpretazioni filosofiche del Riccardo III: da Lessing ad Arendt

Brochure

Durante il convegno verrà inoltre presentato il progetto Erasmus Plus European Arts and Traditions in Italian Language Learning – PASTILLE (2019-1-PL01-KA203-065078), dedicato alla costruzione di strumenti didattici innovativi per l’insegnamento della lingua italiana.

4 e 5 maggio 2022 

4 maggio ore 14.30 – 19.00
5 maggio ore 9.00 – 13.00
Il convegno ha valore di Corso di Aggiornamento per insegnanti di ogni ordine e grado.
Ai partecipanti verrà rilasciato regolare attestato di partecipazione.
Per gli insegnati è prevista l’autorizzazione alla partecipazione in orario di servizio.

Direzione del corso:
Martina Di Febo: mdifebo68@gmail.com
Aula Magna, Via Balbi 2 – Genova
Per maggiori informazioni: maurasonia.barillari@unige.it 
Promotore: Maura Sonia Barillari – Dipartimento di Lingue e Culture Moderne

Selection results for the project „Generations in Contact in Intercultural Education”

The Board of the Dante Alighieri Association in Wroclaw announces a call for mobility within the project “Generations in Contact in Intercultural Education. All members, employees and volunteers of the Association with cooperation experience longer than 3 years can apply.

Project No. 2021-1-PL01-KA122-ADU-000019595 is implemented through the Erasmus+ Programme Knowledge Education Development, Adult Education, within the project “Mobility for learners and staff in adult education” Co-funded by the European Union.
The Recruitment Committee composed of: Jakub Żary (man of the Audit Committee of the Societa Dante Alighieri Association, hereinafter referred to as the “Association”, Ewa Śmiechowska (treasurer of the Association), Nina Budziszewska (member of the Association) and Elisa Pierandrei (member of the Association), appointed to select participants for the project No. 2021-1-PL01-KA122-ADU-000019595, The project is implemented through the Erasmus+ Action K1 – Mobility of adult learners and adult education staff and is co-financed from the European Union funds, and after formal and content-related verification of submitted applications, has qualified the following persons to participate in mobility within the project “Generations in Contact in Intercultural Education”: Lech Moliński, Adam Kruk, Joanna Mołek, Gianluca Olcese, Vittoria Rubini. On the reserve list were: Malwina Tuchendler, Tommaso Soriani.
The detailed rules of recruitment and the minutes of the Selection Committee meeting are attached.

Attachments:

Rules for the application

Minutes of the Selection Board meeting

Italia favolosa – rassegna cinematografica – DKF Wroclaw – Dicembre 2021

In dicembre daremo un po’ di magia e calore al DKF “Centrum”. Per quando fuori dalla finestra fa freddo e buio, ci sposteremo nella soleggiata Italia e guarderemo la diversità del cinema italiano: culturale, linguistica e tematica. I tre incontri saranno collegati non solo dal paese, ma anche dalla poetica delle fiabe, a cui ognuno dei tre film presentati si ispirerà. Prima ci sarà “Lu cuntu de li cunti”, girato in inglese con un cast internazionale, basato sulle fiabe napoletane del XVII secolo. Poi il sovversivo “Favolacce” che attinge alle leggende urbane raccontate nelle periferie. E poco prima di Natale, un grande successo italiano: “La dea fortuna” – un caldo ritratto di un’insolita famiglia moderna. E anche se non tutte le favole finiscono bene, ognuna di esse sarà bella da vedere.

Adam Kruk

6.12

Pentameron (Tale of Tales)

di Matteo Garrone, Italia / Francia / Regno Unito 2015
134′

C’erano una volta dei racconti sopra i racconti, pieni di passione e crimine, demoni e morale. Nel debutto in lingua inglese di Matteo Garrone, autore di “Gomorra” e “Dogman”, troviamo tutta una serie di meraviglie: un re che fa amicizia con una pulce, gemelli separati e orchi innamorati. E anche un cast eccellente: Salma Hayek, Toby Jones, Stacy Martin e John C. Reilly. Tutto questo per creare un magico adattamento per lo schermo delle fiabe napoletane del XVII secolo di Giambattista Basile, che hanno poi ispirato i fratelli Grimm. Sarà bello e spaventoso allo stesso tempo.

13.12

Złe baśnie (Favolacce)

di Damiano e Fabio D’Innocenzo Italia / Svizzera / 2019
98′

A Spinaceto – un piccolo paese alla periferia di Roma – le vacanze stanno per iniziare. Apparentemente ordinario, ma qualcosa di speciale è nell’aria. Gravidanze adolescenziali, compaiono pidocchi e morbillo, qualcuno buca la piscina del giardino… I fratelli D’Innocenzo (“La terra dell’abbastanza”, “America Latina”) sono oggi i nomi più caldi del cinema italiano, capaci di creare ansia e sorprendere il pubblico come nessun altro. La prova migliore sarà “Bad Tales”, che ha vinto l’Orso d’argento alla Berlinale e cinque prestigiosi premi Nastro Azzurro – tra cui il miglior film italiano dello scorso anno.

20.12

Sekrety bogini fortuny  (La Dea Fortuna)

di Ferzan Ozpetek, Italia 2019
114′

Una storia familiare con elementi fiabeschi di Ferzan Özpetek – uno dei più popolari registi italiani, autore di “Lui, lei e lui” o “Mine vaganti”. Dell’amore e della pasta”. Arturo e Alessandro hanno una relazione a lungo termine, che sta chiaramente attraversando una crisi. Inaspettatamente, i figli della loro amica Annamaria vengono affidati agli uomini e lei deve andare in ospedale, il che causerà molte perturbazioni. Riusciranno a stare insieme e a creare una famiglia? Il film è apparso nei cinema italiani per Natale due anni fa ed è diventato un grande successo.

Invitiamo le persone coinvolte nell’educazione formale e informale, gli attivisti delle ONG e chiunque sia interessato!

Presentazione del progetto n. 2020-1-PL01-KA104-079523 è realizzato con i fondi del programma operativo Knowledge Education Development, Adult Education, nell’ambito del progetto “Transnational mobility of adult education staff”.

https://dcf.wroclaw.pl/cykl/basniowa-italia/

«Donna schermo de la veritade»: la verità e i suoi schermi a partire dalla Vita nuova

Dante Gabriel Rossetti, The salutation of Beatrice, 1859

III convegno internazionale di culture neolatine, Wrocław, 22-23 novembre 2021

(in occasione di Dante 2021)

Presso la sede del Dipartimento di Studi Classici, Mediterranei e Orientali dell’Università di Wroclaw

Ulica Komuny Paryskiej 21

Lunedì 22 novembre

ore 9, indirizzi di saluto

Katarzyna Biernacka-Licznar (Direttrice del Dipartimento ISKŚiO UWr)

Monika Kwiatosz (Console onorario d’Italia a Wrocław)

Ugo Rufino (Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Cracovia)

Sonia Maura Barillari (Società Italiana di Filologia Romanza-Scuola)

Blażej Stanisławski (Accademia Polacca delle Scienze)

ore 10, sala 2 (czytelnia)

Schermi medievali

  • Sonia Maura Barillari (Genova): Dante e la Vergine coronata del Guariento: uno schermo rovesciato
  • Federico Guariglia (Genova): “Un ram d’olivier en signe de paix”: alcune note sul valore dell’ulivo nella letteratura francese medievale
  • Elena Muzzolon (Padova): Il nome della fata. Schermi sonori ed emersioni memoriali nei romanzi di Chrétien de Troyes.

ore 12: pausa pranzo

ore 14, sala 42 (komputerowa)

Schermi digitali e fisicità

  • Ilona Kadys (Wroclaw): Donna dello schermoper gli adolescenti polacchi – insegnare la lingua italiana come lingua straniera
  • Andrea Nicolini (Bergamo): La pace dei sensi. Un’analisi comparata de La prigioniera di Marcel Proust e La casa delle belle addormentate di Kawabata Yasunari
  • Paolo Aldo Rossi (Genova): Il sapere mistico: lo schermo del silenzio La parola ineffabile e interdetta
  • Vittoria Rubini e Tommaso Vittorio Soriani (Wroclaw, Lugano): Lo schermo nuovo: ontologia del femminile da Beatrice alla camgirl

ore 20: cena sociale

Martedì 23 novembre

ore 9, sala 2 (czytelnia)

Schermi cinematografici

  • Simone Turco (Genova): Rosemary’s Baby: appunti su percezione, nascondimento e mercificazione della donna nella rappresentazione della verità romanzesca
  • Ewa Tichoniuk-Wawrowicz (Zielona Gora): “Lo schermo della (non) verità.” Oriana Fallaci e il cinema.

Schermi teorici

  • Filippo Mollea Ceirano (Torino): La donna, il corpo, i social: l’erotismo femminile mediato dalla macchina.
  • Gianluca Olcese (Wroclaw): Lo schermo della verità dalla Vita nuova al reale
  • Marcello Zanatta (Calabria): Lo schermo della poesia: dalla falsificazione alla verisimiglianza

ore 12: pausa pranzo

ore 14, sala 42 (komputerowa)

Schermi letterari

  • Chiara Italiano (Genova): Jeanne, o dei tanti schermi della verità in Une Page d’amour
  • Nina Budziszewska (Wroclaw): Le cygne d’amour dans l’histoire de Nala et Damayanti
  • Novella Di Nunzio (Vilnius): Tra distruzione e contrabbando: Tommaso Landolfi e la parola come schermo dell’indicibile
  • Simone Pettine (Chieti-Pescara): Una verità consumata. La lezione dantesca in Cesare Pavese

ore 18: chiusura dei lavori

Fuori sessione – Schermi, atti della verità

  • Marco Albeltaro (Torino) pubblicazione atti: “Sotto quella testa rossa”: Milva e l’esperienza di “Giorni – Vie Nuove”
  • Susanna Barsotti (Pisa), pubblicazione atti: Espedienti della manifestazione e del mascheramento dei sentimenti nei trovatori e nella Vita Nova di Dante: un confronto

Comitato Scientifico

Gianluca Olcese (Uniwersytet Wrocławski),

Sonia Maura Barillari (Università di Genova)

Join Zoom Meeting                                        Meeting ID: 920 441 6448                          Passcode: beatrice

https://us02web.zoom.us/j/9204416448?pwd=c1VsOTN4b1hzUlpydWp4ZWlWM3VDUT09

Incontro con l'autore del libro – Quella notte in Polonia

La Società Dante Alighieri di Wrocław vi invita all’incontro con l’autore Guido Parisi. Appuntamento il 6 novembre alle 17 presso la Libreria Spagnola di Wrocław, ul. Szajnochy 5 https://fb.me/e/1P5YhvX9q

The presentation will be held in English (and Italian): https://www.pathosedizioni.it/catalogo/quella-notte-in-polonia-1-aprile-2005/
the Polish translation of the book will be partially given to the participants.

Corso di formazione “Multicultural and Intercultural Education”, Malaga 28.06.2021 – 02.07.2021

MÁLAGA (SPAIN)

Dal 28.06.2021 al 02.07.2021 i membri della Società Dante Alighieri di Wrocław hanno partecipato a un corso di formazione di cinque giorni sul tema “Educazione multiculturale e interculturale” organizzato dall’ente di formazione professionale Euromind a Malaga.
La mobilità ha avuto luogo nell’ambito del progetto Inclusive Language Education. Numero del progetto 2020-1-PL01-KA104-079523, realizzato con i fondi del programma operativo Knowledge Education Development, Educazione degli adulti, nell’ambito del programma Erasmus+ KA1 “mobilità di apprendimento del settore dell’educazione degli adulti”.

Di seguito la relazione fotografica del corso.

Programa del corso (in inglese) da scaricare qui.

Cinema Italia Oggi X Edizione 2021, Wroclaw Cinema Nowe Horizonty

Un viaggio cinematografico nella patria di Fellini! Tra il 9 e il 15 luglio Cinema New Horizons vi invita a Cinema Italia Oggi – una rassegna delle ultime e più interessanti produzioni dalla soleggiata Italia. Il grande schermo mostrerà, tra gli altri, “Martin Eden”, un film ispirato al famoso romanzo di Jack London, “Volevo nascondermi”, che è stato proiettato nel concorso principale della 70a Berlinale, e il thriller emotivo “Lacci” con Alba Rohrwacher.

Destinazione: Italia

Periferie di Roma, Napoli e Trieste. La rassegna di quest’anno porta gli spettatori in un emozionante viaggio attraverso la penisola appenninica. Il programma comprende 11 titoli che sono stati presentati in festival di tutto il mondo, che hanno ottenuto il plauso della critica e hanno rubato il cuore del pubblico. Ognuno di questi film ci permette di vedere il mondo italiano da una prospettiva diversa – attraverso il prisma dell’umorismo meridionale (“Figli”), la storia recente dell’Italia (“Gli anni più belli”) o il bagaglio delle esperienze familiari (“Non odiare”).

Biografie affascinanti

Oltre alle storie di fantasia, il programma includerà due film biografici: “Volevo nascondermi” – premiato con sette “Oscar italiani” (Premi David di Donatello) – una storia sulla vita di Antonio Ligabue, uno dei più importanti pittori dell’arte naif, e “Life as a B-movie” che presenta la vita travagliata e la caleidoscopica filmografia di Piero Vivarelli, il rivoluzionario regista italiano di B-movie il cui cinema è adorato dallo stesso Quentin Tarantino.

Programma:

9 luglio (venerdì)

19:00 | “Figli”, regia Giuseppe Bonito

21:30 | “Gli anni più belli”, regia Gabriele Muccino

10 luglio (sabato)

19:00 | “Genitori vs. influencer”, regia Michela Andreozzi

21:30 | ‘Volevo nascondermi’, regia Giorgio Diritti

11 luglio (domenica)

19:00 | “Life as a B-movie”, regia Fabrizio Laurenti

21:30 | “Favolacce”, regia Damiano e Fabio D’Innocenzo

12 luglio (lunedì)

19:00 | “Non odiare”, regia Mauro Mancini

21:30 | ‘La regola d’oro’, regia Alessandro Lunardelli

13 luglio (martedì)

19:00 | “I Predatori”, regiaPietro Castellitto

14 luglio (mercoledì)

19:00 | “Lacci”, regia Daniele Luchetti

15 luglio (giovedì)

19:00 | “Martin Eden”, regia Pietro Marcello

Informazioni e biglietti: https://www.kinonh.pl/cykl.s?id=798

Programma bilingue a cura degli Istituti Italiani di Cultura di Cracovia e Varsavia: https://iicvarsavia.esteri.it/iic_varsavia/resource/img/2021/07/cinemaitaliaoggi2021.pdf

Carducci poeta e neolatinista: una prospettiva internazionale, Wroclaw 21-22 giugno

La Società Dante Alighieri e l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia, invitano al II convegno internazionale di culture neolatine

Carducci poeta e neolatinista: una prospettiva internazionale

Per i 130 anni dalla fondazione della Società Dante Alighieri (1889-2019)

21-22 giugno 2021, presso il Dipartimento di Archeologia ed Etnologia dell’Accademia Polacca delle Scienze, ul. Więzienna 6, Wrocław

la Società Dante Alighieri, l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia, l’Università di Wrocław, l’Università Jagellonica di Cracovia e l’Università di Genova, con la collaborazione della Società Italiana di Filologia Romanza-Scuola, dell’Istituto di Archeologia e di Etnologia dell’Accademia Polacca delle Scienze, di Casa Carducci (Bologna), per ricordare Carducci a 130 anni di attività della Società Dante Alighieri da lui co-fondata, invitano a partecipare al convegno.

L’attestato di partecipazione è riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca come corso di aggiornamento per insegnanti delle lingue e letterature italiana e romanze.

21.06, 10.00: inaugurazione del convegno, saluti ufficiali
Luogo: IAE-PAN, ul. Więzienna 6, Wrocław

Katarzyna Biernacka-Licznar: Direttrice del Dipartimento di Studi Classici Mediterranei e Orientali dell’Università di Wrocław

Ugo Rufino: Direttore dell’Istituto Italiano di Cracovia,

Monika Kwiatosz: Console Onorario della Repubblica Italiana

Alessandro Masi: Segretario Generale della Società Dante Alighieri

Sonia Maura Barillari: Società Italiana di Filologia Romanza-Scuola

Błażej Stanisławski: Dipartimento di Archeologia ed Etnologia dell’Accademia Polacca delle Scienze

Jan Prokop: Municipio di Odolanów

21.06, introduzione – Luca Palmarini (Uniwersytet Jagielloński w Krakowie):  Prezentacja wrocławskich noblistów, Europejska Stolica Kultury od niemieckiej przeszłości do Olgi Tokarczuk

21.06: Carducci e le letterature medievali

11.00, sessione in presenza

  • Sonia Maura Barillari (Università degli Studi di Genova): Trovatori ottocenteschi: Arnaut Daniel nel commento inedito di Carducci al Purgatorio dantesco
  • Federico Guariglia (Università di Verona): Carducci filologo: la nascita della poesia italiana e le prime edizioni
  • Fabrizio De Falco (Istituto Italiano per gli Studi Storici, Napoli): Romantiche istituzioni. Carducci studioso, creatore e promotore di un medioevo civile e fondativo.
  • Gianluca Olcese (Università di Wrocław): Giosue Cavallo, elementi fiabeschi nella realtà di Carducci

12.30 pausa pranzo

21.06: Carducci e il mondo antico

14.30 sessione online

  • Marcello Zanatta (Università della Calabria): Istanze della concezione classica della natura e della morte nella poetica di Giosuè Carducci
  • Fabio Contu (Università di Salamanca): L’Orazio italiano

In presenza

  • Ilona Kadys & Nicola Baggiani (SDA-Wroclaw, Politecnico di Wroclaw, Scuola Primaria 73 – SP73): Carducci dal punto di vista chi sta imparando la lingua italiana

15.30: visita della città

22.06 Luogo IAE-PAN ul. Więzienna 6

Zoom-Meeting
https://us02web.zoom.us/j/9204416448?pwd=aXJpVUlDN2pQZEJTZ3ZvUi9EMHJjUT09

Meeting-ID: 920 441 6448
password: carducci

22.06: Carducci tradotto e traduttore

11.00 Sessione in presenza

  • Ewa Tichoniuk-Wawrowicz (Uniwersytet Zielonogórski): Zenon Przesmycki, traduttore di Giosuè Carducci
  • Luca Palmarini (Uniwersytet Jagielloński w Krakowie): Sulla traduzione di Carducci: i casi di Julia Dickstein-Wieleżyńska ed Edward Porębowicz
  • Nina Budziszewska (Uniwersytet Wrocławski): „All’Aurora” et le Rig-veda

12.30 pausa pranzo

22.06: Carducci e la modernità

14.30 Sessione in presenza

  • Filippo Mollea-Ceirano (Torino): Jaufrè Rudel: La distanza dei corpi nell’amore dal ‘principe dei trovatori’ ai nativi digitali.
  • Arvin Golrokh (Indepentent Researcher): Rappresentare Giosuè Carducci: un bozzetto preparatorio

22.06: Vita e opere di Giosue Carducci

15.30 sessione online e in presenza

  • Carmela Panarello (Firenze): Il salotto carducciano di Marianna Giarrè Billi.
  • Paolo Aldo Rossi (Università di Genova): Carducci: da Satana alla Regina

In presenza

  • Andrea Nicolini (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli): L’amore, la perdita. Alcune riflessioni a partire da Pianto antico di Giosuè Carducci
  • Vittoria Rubini & Greta Biondi (SDA-Wroclaw): Il verde melograno da’ bei vermigli fior: le radici di Pianto Antico.

17.30 chiusura del convegno

Organizzazione:

Sonia Maura Barillari (Università degli studi di Genova), Gianluca Olcese (Università di Wrocław), Luca Palmarini (Università Jagellonica di Cracovia)

Lingue