Deprecated: Hook wpseo_opengraph is deprecated since version 14.0! Use wpseo_frontend_presenters instead. in /home/kmmebqhbdj/domains/dante.uni.wroc.pl/public_html/wp-includes/functions.php on line 5754

Concerto – Poeti della canzone italiana – Michele Fenati

Michele Fenati voce e chitarra
Gabriele Zanchini pianoforte e fisarmonica
Matteo Penazzi violino
Antonio Cortesi Violoncello

“Cantautori, che hanno reso grande la cultura italiana nel mondo”

Il concerto, racconta la cultura italiana, attraverso le canzoni dei cantautori, con formazione voce e chitarra, pianoforte e fisarmonica, violino e violoncello. E’ una rielaborazione in chiave classica dei brani dei grandi cantautori italiani (Lucio Dalla, Paolo Conte, Fabrizio De Andrè, Lucio Battisti, Adriano Celentano…).
Il concerto vuole raccontare uno spicchio di cultura italiana attraverso le canzoni, ma non solo. I brani, infatti, sono presentati da brevi racconti o simpatici aneddoti. La cultura “popolare che si fonda con la cultura colta della musica classica.

La capacità di coinvolgimento e la maestria vocale che da sempre contraddistingue il lavoro di Michele Fenati, l’unire melodie popolari della canzone d’autore a strumenti classici, rendono l’esecuzione del tutto unica.

Michele Fenati

Nato ad Alfonsine (Italia) ma da sempre residente a Voltana, frazione di Lugo, Michele Fenati ha studiato violoncello, chitarra, pianoforte e canto, presso l’Istituto Malerbi di Lugo. Vincitore del Festival di San Marino nel 1991, ha all’attivo quattro cd (Girotondo, Sicuro son sicuro, Acustico Live, ristampato tre volte, Battisti in classics), e tre cd singoli (Beatrice, Qualcosa che non c’è e Ho bisogno di te), la partecipazione a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche e centinaia di concerti in Italia e all’estero. Nel 2012 entra nel team sportivo di Radio Bruno, e partecipa alla trasmissione “Cuore Rossoblu” con Andrea Mingardi. Nello stesso anno scrive lo spettacolo Tango italiano e nel 2013 scrive e interpreta la canzone Ho bisogno di te per l’associazione Bubulina, nata per aiutare i bambini malati di leucemia. Sempre nel 2013 viene invitato al Teatro Derby di Milano, ospite del Premio Carlo Donida. Negli ultimi tre anni ha curato la direzione artistica del Festival Musicale Rocca di Luna di Montefiore Conca, in provincia di Rimini. Numerosi gli articoli su di lui pubblicati da quotidiani e periodici locali e nazionali, tra cui spicca l’intervista rilasciata a Mario Luzzatto Fegiz per il Corriere della Sera, insieme a personaggi quali Mogol, Fiorello e Carlo Verdone.Nel 2014 e 2015, MIchele Fenati, porta la sua musica anche all’estero, ottenendo un grandissimo successo in Austria e Germania, dove effettua concerti a Klagenfurt, Spittal/Drau, Amstetten, Salisburgo, Seewalche Attersee, Augsburg, collaborando con la Società Dante Alighieri, e ricevendo la lettera di “VIVE CONGRATULAZIONI” del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano.

Nel 2015, viene invitato dall’Istituto di Cultura Italiano di Vienna, ad effettuare un concerto presso il Teatro dell’Antico Palazzo Sternberg, ottenendo il “tutto esaurito”.

Nel prossimo tour europeo 2016, nella “Settimana della Lingua Italiana nel mondo “al momento sono previsti i concerti a Praga, Linz (Capitale Europea della Cultura 2009) e St. Martin Innkreis.
Link video

https://www.youtube.com/watch?v=aYmfdwPtewo
https://www.youtube.com/watch?v=qohYjwyyHgU
https://www.youtube.com/watch?v=8F_PKpsVgcY
https://www.youtube.com/watch?v=_Uwz_XlsXis

Musicisti:

Gabriele Zanchini – pianoforte e fisarmonica

Ha studiato fisarmonica privatamente con il M.tro Simone Zanchini. Ha frequentato i seminari di “Arcevia in Jazz” nei corsi di “La fisarmonica nel Jazz” e “Musica d’ insieme” tenuti dal M.tro Simone Zanchini.
Ha frequentato presso la “Scuola Jazz Cesena” il corso di “Pianoforte e Armonia Jazz” tenuto dal M.tro Stefano Nanni e “Musica d’ insieme” tenuti dal M.tri Stefano Nanni ed Enrico Farneti.
Ha frequentato il laboratorio di “Analisi e prassi e secutiva del pianismo”presso la scuola MIKROKOSMOS di Ravenna tenuto dal M.tro Michele Francesconi.
Studia privatamente pianoforte classico con il M.tro Drudi Martina, Laureando presso il Biennio in Musica ( pianoforte ) del conservatorio “A. Buzzolla” di Adria.

Matteo Penazzi – violino

Classe 1991, nato a Lugo (Italia). Inizia a suonare il violino sotto la guida del M. Vittorio Veroli alla Scuola Comunale di Musica “F.lli Malerbi”. Si trasferisce poi a Parma per studiare col M. Grazia Serradimigni al Conservatorio “A. Boito”, trascorrendo anche un anno al Conservatorio Reale di Stoccolma grazie al Progetto Erasmus, durante il quale studia coi Maestri Sammy Stahlhammer, Hugo Ticciati, Nina Balabina. Ad oggi è iscritto al Biennio del Conservatorio “B. Maderna” di Cesena e all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola.

L’esperienza orchestrale con l’Orchestra Giovanile Italiana della Scuola di Musica di Fiesole nel 2012 lo inizia al mondo della musica Sinfonica, suonando regolarmente con la World Youth Orchestra, Sinfonia Londinium, Stockholm Opera Ensemble, Orchestra La Corelli, l’Orchestra Giovanile “L. Cherubini”, l’Aurora Festival Orchestra in concerti diretti da John Axelrod, Riccardo Muti, Kent Nagano, ecc. che gli hanno dato l’opportunità di viaggiare in Europa, Stati Uniti e Medio Oriente.

Antonio Cortesi – violoncello

Si diploma e in seguito laurea con il massimo dei voti in violoncello presso il conservatorio B.Maderna di Cesena sotto la guida del prof. Vincenzo Taroni. Ha frequentato corsi di perfezionamento e masterclass con i maestri Andrea Noferini, Frieder Berthold, Enrico Dindo, Andrea Nannoni, Yves Savary Giovanni Gnocchi e Amit Peled. Ha suonato in diverse realtà musicali come orchestrale ( sia in qualità di violoncello di fila che di prima parte ) e diversi ensemble cameristici.. Ha eseguito come solista il concerto in Do maggiore di F.J. Haydn. Si è esibito in italia e all’estero sotto la bacchetta tra gli altri di Carlo Tenan, Jordi Mora, , Antonino Fogliani, Manlio Benzi e Bruno Aprea. Oltre che alla musica classica si dedica a progetti di cantautorato inedito cosi come collaborazioni nell’ambito della musica leggera che lo hanno portato a esibirsi in veste di orchestrale con Giovanni Allevi, Riccardo Cocciante, Loredana Berté, Rufus Wainwright, Fiorella Mannoia e altri grandi nomi della musica moderna.

Lingue