Deprecated: Hook wpseo_opengraph is deprecated since version 14.0! Use wpseo_frontend_presenters instead. in /home/kmmebqhbdj/domains/dante.uni.wroc.pl/public_html/wp-includes/functions.php on line 5754

Film: Il commissario Montalbano – Il cane di terracotta

Zingaretti 1MERCOLEDI’ 29 LUGLIO 2015 – SALA CZYTELNIA (ul. Komuny Paryskiej, 21 – Wrocław) ore 19:00. Ingresso libero. Versione in italiano con sottotitoli in inglese.

  • ANNO/DATA USCITA: 2000
  • GENERE: Giallo
  • REGIA: Alberto Sironi
  • ATTORI: Luca Zingaretti, Cesare Bocci, Calogero Rizzitano, Biagio Pelligra, Claudia Fiorentini

“Il cane di Terracotta” prodotto da Rai Fiction, ci racconta di una nuova complicata inchiesta svolta dall’ investigatore di Vigata, Salvo Montalbano, protagonista di una serie di romanzi gialli il cui autore è lo scrittore siciliano Andrea Camilleri.
L’episodio inizia con la confessione dell’anziano capomafia “Tanu u Grecu” il quale rivela al commissario Montalbano, l’esistenza di un deposito di armi in una grotta fuori dal paese. Nel momento in cui il Commissario esplora la grotta del monte “Crasticeddu”, attraverso un passaggio segreto arriva ad un’altra grotta dove scopre i cadaveri di due giovani amanti, sorvegliati da un enorme cane di terracotta con le zampe anteriori distese, un vaso e un catino con monete antiche.
Montalbano è incuriosito da questo ritrovamento, ma deve prima occuparsi del traffico d’armi. Rimasto gravemente ferito in un attentato organizzato dalla malavita per impedirgli di proseguire le indagini, il commissario impiega il periodo di convalescenza per cercare di svelare il mistero della grotta. Documentandosi sui rituali funebri antichi, Montalbano scopre delle affinità fra la macabra messa in scena della grotta e il mito della grotta di Efesto.
Alcuni anziani raccontano al commissario la misteriosa sparizione, proprio nei primi anni Quaranta, di una certa Lisetta e di suo cugino Lillo, il proprietario del terreno dove si trova la grotta: il giovane si era appena laureato con una tesi sul mito di Efesto e le sue varianti. Montalbano riesce a ritrovare Lillo, ancora vivo ma residente in un’altra città, che gli racconta che una notte del 1943 Lisetta si rifugiò a casa sua sconvolta.
Montalbano si trova così a svolgere due indagini: la prima su una pericolosa cosca mafiosa, l’altra su un delitto compiuto nel 1943 durante i confusi giorni che precedono lo sbarco americano in Sicilia.

(http://sellerio.it/it/catalogo/Cane-Terracotta/Camilleri/477)

Lingue