Deprecated: Hook wpseo_opengraph is deprecated since version 14.0! Use wpseo_frontend_presenters instead. in /home/kmmebqhbdj/domains/dante.uni.wroc.pl/public_html/wp-includes/functions.php on line 5754

Mafia? Nein, Danke! No, grazie! Italien-Zentrum, Dresda

RAM_9868 copy
foto di Gianluca Olcese, Italien-Zentrum, Dresda, 14 novembre 2017

Gli italiani di Berlino si sono impegnati a combattere la criminalità organizzata in Germania: l’associazione Mafia? Nein Danke – No, grazie! Ha presentato le sue attività in due incontri il 14 a Dresda, organizzati dall’Italien-Zentrum.

Parlatene!
Gli studenti entrano in conversazione con Sandro Mattioli dell’associazione Mafia? Nein Danke! No, grazie! e con la volontaria dell’associazione Verdiana Zendri, sulla necessità dell’impegno contro la mafia, sulla presenza della criminalità organizzata in Germania e sul perché la questione riguardi anche noi.
Il primo incontro durante il seminario della Prof.ssa Elisabeth Tiller.

Invisibile è ancora più pericoloso! Crimine organizzato in Germania
Sandro Mattioli, presidente dell’associazione Mafia? Nein, Danke – No, grazie!, ha parlato della crescente presenza di associazioni di stampo mafioso in Germania, di nuovi modi di lavorare contro la criminalità organizzata e della mancanza di strategie efficaci di controllo delle autorità e della società civile in Germania e in Europa. L’associazione Mafia? Nein ,Danke! cerca di cambiare questa situazione, chiarisce e sostiene una legislazione europea uniforme.
Il secondo incontro si è svolto nella Biblioteca centrale della città di Dresda (Kulturpalast). Presenta la Prof.ssa Elisabeth Tiller.

La lingua e il gusto. Foto degli incontri linguistico-letterari, prof.ssa Monica Mosca

Monica Mosca e studenti
foto di Gianluca Olcese, Dipartimento di Studi Classici, Mediterranei e Orientali dell’Università di Breslavia, 8 novembre 2017

Ringraziamo la prof.ssa Monica Mosca dell’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo per gli incontri tra gastronomia e lingua, 7-8 novembre

nota:
Monica Mosca è dottore di ricerca in linguistica e nel suo percorso accademico ha compiuto ricerche a livello internazionale sulla semantica e sintassi delle espressioni di movimento, pubblicando sull’argomento diversi articoli e una monografia. I suoi interessi di ricerca spaziano dalla sociolinguistica, all’acquisizione di italiano come L2 e nell’ultimo periodo al lessico dell’enogastronomia. Vanta una notevole partecipazione a progetti nazionali ed internazionali nei campi di studio menzionati. E’ stata docente a contratto di linguistica cognitiva e di italiano come lingua straniera presso l’università del Piemonte Orientale. Attualmente insegna presso l’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo

La lingua e il gusto. Un incontro linguistico-letterario, con la prof.ssa Monica Mosca

La Società Dante Alighieri di Breslavia e il Dipartimento di Studi Classici, Mediterranei e Orientali dell’Università di Breslavia
invitano
a una serie di incontri tra gastronomia e lingua
7-8 novembre
Ingresso libero, posti limitati.
Per informazioni e prenotazioni: dante.wroclaw@gmail.com

Calendario:

  • 7.11.2017, ore 12-13.30, luogo ISKŚiO (lezione con gli studenti del 3° anno del Corso di Laurea in Kultura Śródziemnomorska – Cultura del Mediterraneo)
  • 7.11.2017, ore 15-16.30, luogo IFR (lezione per gli studenti del Corso di Laurea in Kultura Śródziemnomorska – Cultura del Mediterraneo e per gli studenti del 2° e del 3° anno di Italianistica)
  • 8.11.2017, ore 12-13.30, luogo ISKŚiO (lezione con gli studenti del 2° anno del Corso di Laurea in Kultura Śródziemnomorska – Cultura del Mediterraneo)
Jacopo Chimenti - Dispensa con trancio di cinghiale, pasticcio e anatra.jpg
Jacopo Chimenti – Dispensa con trancio di cinghiale, pasticcio ed anatra, Uffizi, Firenze, 1624

 
L’ambito dell’enogastronomia racchiude nel proprio lessico e contesto storico un tesoro di tradizioni e conoscenze che sono state tramandate sia attraverso l’italiano dell’uso comune, sia attraverso l’espressione letteraria.
Il seminario sarà orientato a identificare alcuni aspetti linguistici a partire da un libro, come quello di Pellegrino Artusi, considerato esso stesso una pagina di letteratura italiana piuttosto che un semplice ricettario, e proseguendo con altri testi più recenti.

nota:
Monica Mosca è dottore di ricerca in linguistica e nel suo percorso accademico ha compiuto ricerche a livello internazionale sulla semantica e sintassi delle espressioni di movimento, pubblicando sull’argomento diversi articoli e una monografia. I suoi interessi di ricerca spaziano dalla sociolinguistica, all’acquisizione di italiano come L2 e nell’ultimo periodo al lessico dell’enogastronomia. Vanta una notevole partecipazione a progetti nazionali ed internazionali nei campi di studio menzionati. E’ stata docente a contratto di linguistica cognitiva e di italiano come lingua straniera presso l’università del Piemonte Orientale. Attualmente insegna presso l’Università di scienze gastronomiche di Pollenzo

Una verde milonga, Genova

L'ispirazione

Dalle origini italiane del tango in America Latina, ritorna nel Vecchio Continente, tra passione e ammirazione. La vocazione musicale di Genova è testimoniata dai suoi cantori e cantautori, molti dei quali passano in sordina nel resto d’Italia e all’estero. La vocazione alla danza ha degli appuntamenti regolari e aperti: il mercoledì con le danze medievali e più recentemente il sabato tra i ritmi latini. Queste occasioni sono solo alcuni esempi di quello che ogni giorno muove la città, che manifestano la capacità degli abitanti di riprendersi gli spazi cittadini e di farne qualcosa di condiviso e, per qualcuno, un momento di ispirazione. (foto di Gianluca Olcese, Genova, luglio 2017)

Lingue